Casa della Polvere


Roma, 22 mar. 2013


In questa casa proporzioni e partiti classici celebrano la polvere. La sezione aurea divide il salone in altezza. Un basamento di cemento color talco sostiene un soffitto d’intonaco rustico del colore della terra: desiderio di antri primordiali, di grottesche rinascimentali, di ninfei barocchi in Doria Pamphilj, di facciate quasi Liberty nelle traverse di Via Veneto.


Antonino Cardillo, Casa della Polvere, Roma, 2013. Fotografia: Antonino Cardillo.
Antonino Cardillo, Casa della Polvere, Roma, 2013. Fotografia: Antonino Cardillo.

Una alternanza di compressioni e dilatazioni costruisce lo spazio della casa. Ai bordi, varchi e finestre appaiono ora scavati dentro il basamento, ora intagliati a baguette.


Antonino Cardillo, Casa della Polvere, Roma, 2013. Fotografia: Antonino Cardillo.
Antonino Cardillo, Casa della Polvere, Roma, 2013. Fotografia: Antonino Cardillo.

Gli archi, memorie astratte dalla pittura italiana del Trecento, confondono porte e armadi.


Antonino Cardillo, Casa della Polvere, Roma, 2013. Fotografia: Antonino Cardillo.

Uno di essi, punteggiato da un pomolo di vetro rosa, introduce alle camere dell’intimità anch’esse distinte da un pallido rosa sulle pareti: desiderio di albe e fiori; colore della bellezza, colore della bellezza che muore.


Antonino Cardillo, Casa della Polvere, Roma, 2013. Fotografia: Antonino Cardillo.
Antonino Cardillo, Casa della Polvere, Roma, 2013. Fotografia: Antonino Cardillo.
Antonino Cardillo, Casa della Polvere, Roma, 2013. Fotografia: Antonino Cardillo.
Antonino Cardillo, Casa della Polvere, Roma, 2013. Fotografia: Antonino Cardillo.
Antonino Cardillo, Casa della Polvere, Roma, 2013. Fotografia: Antonino Cardillo.

Antonino Cardillo, Casa della Polvere, Roma, 2013. Fotografia: Antonino Cardillo.




L’architettura è polvere.
Polvere che diviene forma,
polvere trasfigurata dalla mente.

Polvere è memoria, così polvere è anche morte.
Ancestrale ricordo della morte,
la polvere rimanda all’origine.

Quella modernità che ripudia il sedimento,
che rasa le pareti,
che sanifica lo spazio;
quella modernità che ripudia la polvere,
ripudia anche la morte.

Privata di memoria,
e quindi schiava di una verosimigliante giovinezza,
ignorando la sua fine,
ripete se stessa; senza fine.

In questa casa partiti classici
e proporzioni auree celebrano la polvere:
Angeli e cori hanno abbandonato il cielo,
e il cielo si è adornato di terra.


Cortometraggio sulla Casa della Polvere diretto da Pasquale Marino, con la Fotografia di Valentina Belli. Pubblicato su Dezeen Movies, 2013.




Antonino Cardillo, Tavolo Triumviro, marmo emperador dark, Roma, 2013. Pezzo unico prodotto da Marmi Ghirardi.

Antonino Cardillo, Tavolo Triumviro, marmo emperador dark, Roma, 2013.
Pezzo unico prodotto da Marmi Ghirardi.