Caffè Postmoderno

Victoria & Albert Museum
LONDRA, Regno Unito — 26 agosto 2011


Mies + Venturi. Moderno in pianta e ‘Post’ in elevazione, il Caffè Postmoderno è un divertissement, un duello tra Ludwig Mies van der Rohe e Robert Venturi.

Strategia urbana barocca. Nella sala anni 1970 del V&A su Exhibition Road, due facciate catturano gli sguardi.

Simmetria e negazione. Percepibili in diagonale, la loro veduta frontale è negata dai percorsi.

Inflessione. Anche se simmetriche nell’insieme, ciascuna parte costituente è diseguale. Le figure convergono verso il centro.

Archetipi. Come enormi affreschi, le due facciate ricordano il legame pre-moderno tra pittura ed architettura. Disegni in vinile raffigurano i temi del Timpano e dell’Arco: due triangoli contrapposti formano un timpano suprematista ed una successione di archi incorniciano un frammento della facciata di Aston Webb.

Strisce. Attraversando lo spazio, strisce ovunque. Evocano costruzioni sul mare e presagiscono un legame retroattivo tra Gio Ponti ed il Postmodernismo: l’arte è fluida. Sebbene classificata, sfugge i confini.


Antonino Cardillo, Caffè Postmoderno, Victoria and Albert Museum, Exhibition Road, Londra, 2011.

Antonino Cardillo, Caffè Postmoderno, Victoria & Albert Museum, Exhibition Road, Londra, 2011.



Luogo

Aston Webb, Facciata, Victoria and Albert Museum, Exhibition Road, Londra, 1909, demolita nel 2014. Fotografia: Antonino Cardillo, 2011.

Aston Webb, Facciata, Victoria & Albert Museum, Exhibition Road, Londra, 1909, demolita nel 2014. Fotografia: Antonino Cardillo, 2011.



Logo

Il logo del Caffè Postmoderno, Londra, 2011. Graphic design: Antonino Cardillo.

Il logo del Caffè Postmoderno, Londra, 2011.
Disegno grafico: Antonino Cardillo.



Cliente

Quest’anno, come omaggio alla mostra Postmodernismo: Stile e Sovversione 1970–90, il London Design Festival ha commissionato all’architetto Antonino Cardillo la creazione di un Caffè Postmoderno aperto durante il Festival all’ingresso del Victoria & Albert Museum sulla Exhibition Road. L’ingresso, dedicato al London Design Festival, vuole ospitare il Caffè come omaggio ai maestri del movimento; il Caffè sarà una giocosa riedizione del coloratissimo movimento postmoderno, per rilassarsi, riposarsi e bere qualcosa durante le visite alla mostra.

The London Design Festival 2011, Londra, sett. 2011, p. 43.