Cardillo

architettura

opere  / culturale  / verde-crepuscolare  /

Verde Crepuscolare

, Roma


Progetto per la galleria d’arte Mondrian Suite in Via dei Piceni nel quartiere di San Lorenzo con intonaco grezzo verde dorato e altare con specchio ad arco più lampade a trombe nere




Verde Crepuscolare


Verde Crepuscolare è una riforma d’interni di una galleria d’arte. L’uso del colore e della testura si ispira alla scena iniziale del libretto de L’Oro del Reno di Richard Wagner che raffigura un’alba verdastra veduta dalla profondità di un fiume. Questo lavoro è stato realizzato in economia, con un solo muratore e la povertà dei mezzi impiegati incontra l’idea dell’architettura come facoltà di trascendere l’ordinario. Come una grotta dorata verde, una volta rustica avvolge la parte superiore della stanza, rendendo uno schema a trilite sullo sfondo. Davanti, un altare dai finali stondati presenta un ponte ad arco con specchio ed una lastra sospesa. Su entrambi i lati, due flauti neri diffondono luce. Tutto è dipinto nei toni del verde. Le parole dello spazio riferiscono tra loro in una narrazione coesa, che mira a svelare l’immaginazione degli abitanti.


Verde Crepuscolare

Verde Crepuscolare


Spesso noi addetti al contemporaneo abbiamo una visione troppo rigida ed ideologica della materia, dimenticando che contemporaneo è prima di tutto ciò che accade ora e non già ‘come esteticamente’ accade. In questo senso la proposta dell’architetto Cardillo è come un’installazione artistica, un fuori contesto: proprio nella sua differenza col total white del resto dello spazio espositivo, sottolinea la possibilità e l’auspicio che linguaggi non omogenei, ma con radici a volte simili, tornino a parlarsi in un dialogo intellettuale che può rendere la contemporaneità ricca di fermenti e idee nuove. Ora le due stanze convivono in un dialogo filosofico. La nuova sala d’ingresso accoglie spiritualmente il pubblico, lo prepara e lo dispone verso l’ambiente espositivo che volutamente è rimasto bianco, come in precedenza. E proprio questa differenza, misurata da un corridoio con un lucernario, crea sorpresa e desta stupore. Invita alla possibilità, ad ogni possibilità di incontro tra non già ‘il’ contemporaneo ma piuttosto ‘i’ tanti contemporanei, cui potremmo e dovremmo disporci.

Klaus Mondrian (il cliente), [email], 2014.


Verde Crepuscolare




Dati

  • Tempo: feb.–mar. 2014 (progetto), mar.–apr. 2014 (costruzione), apr. 2014 (fotografia), nov. 2014–feb. 2015 (testo)
  • Luogo: Mondrian Suite, Via dei Piceni, 41, Roma, Italia
  • Area: 40 m² (un piano)
  • Tipologia: galleria d’arte




Crediti

  • Progetto di architettura, direzione dei lavori di costruzione: Antonino Cardillo
  • Committente: Mondrian Suite (direttore: Vincenzo Petrone alias Klaus Mondrian)

  • Costruzione: Grigoriu Cicau
  • Produzione mobile: Stefano Coacci
  • Produzione lampada: Armand Darot

  • Bancone bar: Antonino Cardillo

  • Fotografia, testo: Antonino Cardillo

  • Grazie ad Ana Araujo, Paolo Bedetti, Andrea Paolo Massara, Vittorio Valenta




Pubblicazioni

(selezionate)