Memorie per un Viaggio

ANTONINO CARDILLO, [appartamento], Parma,

Scenario

Questa è una riforma d’interni per un appartamento di cento metri quadri ubicato presso la Stazione della città di Parma. La finalità del progetto è quella di realizzare un’opera di architettura per un amico, con una disponibilità di schema divisorio non modificabile e budget ristretto.


Antonino Cardillo, Memorie per un Viaggio, appartamento, Parma, 2019. Fotografia: Antonino Cardillo

Lo schema divisorio è dei primi del 1900: una enfilade estesa per venti metri sul lato nord; due cortili dipinti di rosso vivido sul lato sud con stanze intorno; porte-finestre a due ante di 1x3 metri; porte ad un anta di 0,80x2,10 metri.


Antonino Cardillo, Memorie per un Viaggio, appartamento, Parma, 2019. Fotografia: Antonino Cardillo

La trasformazione dello spazio è eseguita attraverso applicazioni di colori e materiali, senza modificazioni di impianti, struttura e partizioni murarie. Così, una successione di zone colorate si sovrappone allo schema esistente secondo un ordine in planimetria simmetrico.


Antonino Cardillo, Memorie per un Viaggio, appartamento, Parma, 2019. Disegno: Antonino Cardillo

Gli ingredienti della trasformazione sono: una tavolozza di verdi, gialli e rossi muti [bassa saturazione]; un pavimento di strisce di legni diversi disposte in diagonale e delle porte di MDF pitturate con trasparente semi-lucido.


Antonino Cardillo, Memorie per un Viaggio, appartamento, Parma, 2019. Fotografia: Antonino CardilloAntonino Cardillo, Memorie per un Viaggio, appartamento, Parma, 2019. Fotografia: Antonino CardilloAntonino Cardillo, Memorie per un Viaggio, appartamento, Parma, 2019. Fotografia: Antonino CardilloAntonino Cardillo, Memorie per un Viaggio, appartamento, Parma, 2019. Fotografia: Antonino CardilloAntonino Cardillo, Memorie per un Viaggio, appartamento, Parma, 2019. Fotografia: Antonino Cardillo

Il tema del progetto è la metamorfosi dei vegetali —⁠ ⁠che manifesta nel cambiamento del colore della pianta la finalità del frutto —⁠ ⁠ed il rumore cromatico del bosco, costituito da quella misteriosa iterazione adoperata dalla luce sulle fronde dei vegetali.


Antonino Cardillo, Memorie per un Viaggio, appartamento, Parma, 2019. Fotografia: Antonino CardilloAntonino Cardillo, Memorie per un Viaggio, appartamento, Parma, 2019. Fotografia: Antonino CardilloAntonino Cardillo, Memorie per un Viaggio, appartamento, Parma, 2019. Fotografia: Antonino CardilloAntonino Cardillo, Memorie per un Viaggio, appartamento, Parma, 2019. Fotografia: Antonino Cardillo

Qui, la luce anima lo spazio: il progetto di architettura è reso reale dai sedimenti deposti dalla luce sulle pareti dell’appartamento. Ed in questo viaggio di trasformazione, la luce rivela se stessa; inverando quell’istanza secondo la quale l’Architettura non è l’edificio costruito ma la sua interpretazione.


Antonino Cardillo, Memorie per un Viaggio, appartamento, Parma, 2019. Fotografia: Antonino Cardillo

Antonino Cardillo, Memorie per un Viaggio, appartamento, Parma. Fotografia: Antonino Cardillo

Dati

Luogo: Via Trento, Parma, Italia
Area: 100 m² (un piano)
Tipologia: appartamento

Crediti

Cliente: Luca Cardella
Progetto di architettura: Antonino Cardillo
Supervisione della costruzione: Antonino Cardillo, con Luca Cardella
Fotografia: Antonino Cardillo
Testo: Antonino Cardillo

Pitturazione: Raffaele Mantovani
Pavimento: Francesco Bia
Porte: Saint Germain, Leroy Merlin
Cucina e armadio: Erio Gabrielli, Sistema
Divano: Sense, Samoa
Cuscini: Giuseppa Adragna
Tavolino: Nicola Zuliani, Impuro

Grazie a Stefano Cantarelli, Mirko Pirrone e Brianna Ruland