Cardillo

architecture

antologia / dell-architetto / articoli / l-architettura-e-polvere /

L’architettura è polvere

, Roma


Manifesto di architettura in forma di poesia composto in occasione della presentazione del progetto Casa della Polvere di Roma





L’architettura è polvere.
Polvere che diviene forma,
polvere trasfigurata dalla mente.

Polvere è memoria, così polvere è anche morte.
Ancestrale ricordo della morte,
la polvere rimanda all’origine.

Quella modernità che ripudia il sedimento,
che rasa le pareti,
che sanifica lo spazio;
quella modernità che ripudia la polvere,
ripudia anche la morte.

Privata di memoria,
e quindi schiava di una verosimigliante giovinezza,
ignorando la sua fine,
ripete se stessa; senza fine.

In questa casa partiti classici
e proporzioni auree celebrano la polvere:
Angeli e cori hanno abbandonato il cielo,
e il cielo si è adornato di terra.




Recitato

Voce e musica: Paula O’Brien



Casa della Polvere

Antonino Cardillo, Casa della Polvere, Roma, 2013.





Fonte

  • Antonino Cardillo, ‘Architettura di polvere’ (pdf), Abitare la Terra, n. 37, dir. Paolo Portoghesi, Roma, mar. 2015, p. 50.