Cardillo

architettura

opere / culturale / caffe-postmoderno /

Caffè Postmoderno

, Londra


Progetto per l’ingresso del London Design Festival alla mostra del Victoria & Albert Museum Postmodernismo: Stile e Sovversione 1970-90




Caffè Postmoderno


Mies + Venturi. Moderno in pianta e ‘Post’ in elevazione, il Caffè Postmoderno è un divertissement, un duello tra Ludwig Mies van der Rohe e Robert Venturi.

Strategia urbana barocca. Nella sala anni 1970 del V&A su Exhibition Road, due facciate catturano gli sguardi.

Simmetria e negazione. Percepibili in diagonale, la loro veduta frontale è negata dai percorsi.

Inflessione. Anche se simmetriche nell’insieme, ciascuna parte costituente è diseguale. Le figure convergono verso il centro.

Archetipi. Come enormi affreschi, le due facciate ricordano il legame pre-moderno tra pittura ed architettura. Disegni in vinile raffigurano i temi del Timpano e dell’Arco: due triangoli contrapposti formano un timpano suprematista ed una successione di archi incorniciano un frammento della facciata progettata da Aston Webb.

Strisce. Attraversando lo spazio, strisce ovunque. Evocano costruzioni sul mare e presagiscono un legame retroattivo tra Gio Ponti ed il Postmodernismo: l’arte è fluida. Sebbene classificata, sfugge i confini.


Caffè Postmoderno

Caffè Postmoderno

Caffè Postmoderno

Caffè Postmoderno

Caffè Postmoderno

Facciata su Exhibition Road del Victoria and Albert Museum

Esposizione London Design Festival 2011 al Victoria & Albert Museum. Aston Webb, Facciata, Victoria & Albert Museum, Exhibition Road, Londra, 1909, demolita nel 2014. Fotografia: Antonino Cardillo, 2011





Dati

  • Tempo: lug.–sett. 2011 (progetto)
  • Luogo: Victoria & Albert Museum, Exhibition Rd, South Kensington, Londra, UK
  • Area: 250 m²
  • Tipologia: reception/bar




Crediti

  • Progetto di architettura: Antonino Cardillo
  • Committente: London Design Festival (via Suzanne Trocmé; direttore: Ben Evans; vice direttore: William Knight; responsabile di progetto: Ruth Dillon; assistenti: Siobhan Henderson ed Enis Karavil; consulente: Suzanne Trocmé; capo al V&A: Victoria Broackes; officier al V&A: Sophie Reynolds)




Pubblicazioni